Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 235.010.744
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 09/08/2017

Merate: N.D. µg/mc
Lecco: v. Amendola: 8 µg/mc
Lecco: v. Sora: 11 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Giovedì 10 agosto 2017 alle 12:38

Paderno: riqualificazione del Ponte, la soddisfazione del sindaco

Con delibera n. X/7018 del 31 luglio 2017, su proposta dell’assessore Alessandro Sorte, è stato approvato lo “schema di convenzione tra regione Lombardia e Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. per il ripristino della sede stradale del ponte San Michele di Paderno d’Adda”.

La sede stradale

Il sindaco di Paderno d’Adda Renzo Rotta esprime grande soddisfazione per questo importante passaggio.
“Si tratta di un’altra tappa di un percorso iniziato il 17 dicembre 2015 con un incontro a Roma, organizzato con l’amministratore delegato di RFI ing. Maurizio Gentile dai deputati onorevoli Gian Mario Fragomeli e Veronica Tentori a seguito di mia richiesta” ha commentato il primo cittadino. “Da quel giorno un importante lavorio è stato svolto dall’ufficio tecnico della Provincia di Lecco e poi dai consiglieri regionali della zona, con l’interessamento del Sottosegretario Daniele Nava".

Particolari della barriera


Particolare del marciapiede

"Un ringraziamento va al consigliere Raffaele Straniero che mi ha sempre tenuto informato degli eventi, dimostrazione che il lavoro di gruppo a favore del nostro territorio porta a risultati concreti superando l’appartenenza politica. Ora abbiamo un crono programma che, se pur ancora di massima, prevede tra il 2018 e 2019 l’auspicato e sognato restauro del monumentale ponte, sia della parte strutturale a carico di RFI che della sede stradale finanziata dalla Regione".

L'incontro del dicembre 2015

"Voglio cogliere questa occasione, oltre a rinnovare i ringraziamenti a tutti i sopracitati soggetti, per specificare che le reti provvisorie (brutte da vedere) sono state posizionate, dopo mia segnalazione al Prefetto di Lecco, a causa delle pessime condizioni delle barriere e dei marciapiedi laterali, pericolosi anche per i passanti, turisti e visitatori. Ben venga se hanno anche contribuito - e continuano a farlo – a limitare i tentativi di suicidio. Anche solo per una persona salvata, ne valeva la pena”.
Articoli correlati:
01.08.2017 - Ponte di Paderno: la sede stradale verrà ripristinata da gennaio 2018
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco