Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 223.925.427
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 19/04/2017

Merate: 10 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 15 µg/mc
Lecco: v. Sora: 18 µg/mc
Valmadrera: 7 µg/mc
Scritto Venerdì 17 marzo 2017 alle 11:35

Merate ATR 2, Perego: la battaglia contro è stata fatta, caro Vivenzio, ma la sua Giunta nel 2011 bocciò l’emendamento di ''Insieme''

Il 15 marzo avete pubblicato la replica del Vicesindaco Avv. Vivenzio che si incarica di rassicurare il Direttore sulla conformità alla Legge, della procedura di adozione dell'ATR2 localizzato alla Cassina . Il merito della questione sollevato in Commissione dall'opposizione di Sei Merate, era se il progetto presentato fosse coerente con la scheda del PGT per quanto riguarda "la cessione degli standard" al Comune ed il rapporto tra queste cessioni e la monetizzazione della parte restante.
La lettera è anche conseguenza del fatto che il 13 marzo 2017 la Giunta con delibera n. 23 ha approvato il progetto presentato dagli operatori interessati a costruire a Cassina e quindi vuole anche spiegare perché non fosse necessario discutere ed approvare il progetto in Consiglio Comunale. Ben chiarite le ragioni di tale percorso si aggiunge :"Gli uffici hanno sempre sostenuto la correttezza dell'ipotesi", frase che mette sempre un po' di amaro in bocca ai cittadini nel sentirselo dire, soprattutto quando vogliono capire e non solo protestare.
La lettera esprime però, anche il bisogno di dimostrare che il parere espresso dal Direttore nell'articolo "un uomo solo al comando" non fosse vero , ma qui si aprirebbe il dibattito sul significato di "fatto che non esiste prima di apparire in una rivista o un giornale".
La realtà invece che rimarrà nel tempo, è che tra 24 mesi o forse prima, il crescente numero di camminatori che nel fine settimana da Cassina si dirigeranno verso Sabbione, constateranno che il panorama della zona più pregiata di Merate verrà modificato con i nuovi metri cubi e rassegnati commenteranno :" ma dovevano costruire proprio qui?".
Da abile politico , l'Avvocato non dimentica di aggiungere a chi contesta l'opportunità di tale intervento edificatorio, (pochi perché non fanno mai vincere le amministrative) che la battaglia andava fatta nel 2012. Lo correggo, perché andava fatta nel 2011 quando scadevano i termini per presentare le osservazione al PGT che era stato adottato il 28 luglio 2011 per finire poi approvato dalla maggioranza Robbiani nel gennaio 2012. E ciò venne fatto, ma non se ne tenne conto. Le osservazioni al PGT che Insieme per Merate ("il qualcuno" citato da Vivenzio) presentò il 4 Novembre 2011 si aprivano proprio contestando "che l'ambito rispondesse a logiche progettuali puntualmente esplicitate" per usare i termini che ancora oggi vengono utilizzati dall'assessore Vivenzio.
Io non ho ancora capito come la contrarietà ad un insediamento di quel tipo potesse "andare in direzione opposta agli obiettivi enunciati dall'Amministrazione sul contenimento del consumo di suolo" essendo il più chiaro esempio di consumo di suolo di notevoli dimensioni in zona ad alto valore ambientale per una città come Merate che si stava riempiendo di case disponibili (anche di pregio) che venivano messe sul mercato.
Cesare Perego
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco