Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 235.588.560
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 09/08/2017

Merate: N.D. µg/mc
Lecco: v. Amendola: 8 µg/mc
Lecco: v. Sora: 11 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Mercoledì 15 febbraio 2017 alle 19:08

Cassina 22 alloggi e 205mila € di oneri. Pozzi, ''non 700mila''?

Terzo argomento l'ATR 2, ossia la realizzazione su area nuda di 22 appartamenti di cui 8 dovrebbero essere in convenzione. L'intervento edilizio era previsto dal PGT del 2012 ed è stato presentato da alcuni proprietari tra i quali, il più rilevante, (5mila mq. circa per un controvalore di 450mila euro) la Parrocchia di Sartirana che punta a utilizzare il ricavato della vendita del terreno per ristrutturare la chiesa "nuova". Massimiliano Vivenzio ha illustrato i termini dell'operazione: si tratta di 11.600 metri quadrati sui quali si costruiranno alloggi per 2.320 mq. di superficie lorda di pavimento con altezza massima di 7,5 metri. Gli standard di qualità assommano a 5.600 mq. E qui si è inserito il primo intervento di Alessandro Pozzi che ha posto l'accento sugli oneri che incasserà il comune. Secondo Vivenzio saranno 205mila euro in quanto 500 mq. saranno da monetizzare e gli altri 5.100 mq. aree da cedere. Ma Pozzi ha fatto notare che tra le aree da cedere vi sono porzioni quali addirittura i vialetti di accesso agli edifici che certo non sono fruibili da pubblico, sostenendo che se si applicassero i parametri del PGT l'incasso del comune sarebbe superiore di ben 480mila euro. Vivenzio ha lasciato la parola al Sindaco che tuttavia non ha saputo spiegare come si sia giunti a calcolare oneri per 205mila euro. E il presidente Valli, chiamato direttamente in causa da Massironi in qualità di esperto urbanista, dopo aver declinato il sotteso invito a esprimere un parere, ha lamentato l'assenza del tecnico incaricato, architetto Sangalli ricordando come, invece, l'architetto Ronchi fosse sempre presente alle sedute nelle quali si doveva parlare di operazioni edilizie. La questione, come si vede, è tutt'altro che peregrina perché i soldi in ballo sono davvero tanti per le casse comunali sempre esauste. Altra questione sollevata da Massimo Panzeri: la convenzione prevede che se nei 24 mesi dal rilascio del permesso a costruire le 8 case da cedere a prezzi contingentati (edilizia convenzionata) non saranno assegnate potranno essere liberamente vendute. E' evidente - ha chiosato il capogruppo leghista - che nei 24 mesi senza un alloggio pronto nessuna giovane coppia riuscirà a ottenere un mutuo da una banca, per cui con questa norma di fatto si aggira il vincolo delle 8 abitazioni da vendere a prezzo calmierato. "E' una presa in giro" ha sentenziato Panzeri. L'assessore Vivenzio ha dato atto che formulata così la norma rischia di produrre gli effetti paventati da Panzeri per cui si è impegnato a rivederla inserendo magari solo 12 mesi ma dalla fine lavori, non dall'inizio. Panzeri inoltre ha posto l'accento sui 205mila euro di oneri che, secondo la Giunta, andranno investiti, 51mila euro per un tratto fognario e 154mila euro per gli spogliatoi, entrambi di Cassina Fra' Martino. Pozzi ha sobbalzato di fronte a una cifra così elevata per gli spogliatoi ma Vivenzio ha spiegato che in realtà si tratta di un investimento immobiliare per dare alla frazione le stesse strutture di cui dispone Brugarolo. Panzeri si è soffermato sulla priorità di investimento e, pur ammettendo che di solito i benefici ricadono sulla zona oggetto di un intervento edilizio forse, in questo caso i 154mila euro potrebbero essere dirottati al completamento della pista ciclopedonale di via Falcò che collega Sartirana a Cassina. Sempre in zona, dunque, ma di interesse collettivo di gran lunga superiore. Massironi ha chiuso l'argomento dicendo che comunque l'approvazione dell'ATR 2 non andrà nel Consiglio comunale di lunedì ma in quello successivo in modo che si possano fare bene i conti e dissipare ogni dubbio.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco