Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 217.032.434
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 20/01/2017

Merate: 79 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 54 µg/mc
Lecco: v. Sora: 48 µg/mc
Valmadrera: 33 µg/mc
Scritto Martedì 10 gennaio 2017 alle 15:33

Cernusco: in Consulta giovani si lavora al ''Cag'' e alla possibilità di studio in biblioteca la domenica

Durante la Consulta Giovani di Cernusco Lombardone sono state messe a fuoco in maniera più specifica le idee emerse durante la precedente assemblea, che attendono ora di raggiungere una fase fattuale [clicca QUI]. All’incontro di lunedì 9 gennaio era presente anche il sindaco, che ha fornito suggerimenti e risposto ad alcune questioni sollevate dai ragazzi stessi. Per esempio, per dare concretezza al progetto di riqualificazione dell’area stazione (che comprende due locali, oltre al magazzino e ai servizi) al fine di costituire un centro giovanile, sono stati indicati alcuni nominativi che potrebbero rivelarsi utili.
Il primo – quello del referente del CAG di Lomagna – era già stato preso in considerazione durante la precedente Consulta.
La recente storia della struttura, è stato spiegato, potrebbe risultare simile al percorso da intraprendere a Cernusco. L’altro è il vice sindaco di Montevecchia Edoardo Sala che, in accordo con la sua amministrazione, ha in mente per la “Casetta” un futuro in cui quello spazio venga dedicato alle esigenze delle fasce d’età giovanili. In questo senso non saranno proposti tanto degli spunti di idee, quanto sinergie per unire le forze anche con la nascente e omonima Consulta di Montevecchia.
In generale è stato espresso un parere favorevole alla formazione di un Centro di Aggregazione Giovanile nell’area della stazione. I componenti dell’assise sono stati esortati a stilare un progetto complessivo valido che, unito alle successive e conseguenti valutazioni tecniche comunali in merito alla ristrutturazione dello stabile di proprietà della stazione, potrebbe ambire ad aggiudicarsi dei finanziamenti regionali o europei attraverso i bandi su turismo, eco-sostenibilità e politiche giovanili, solo per citare alcuni degli ambiti di interesse. Il contatto con l’amministratore di Montevecchia potrebbe valere anche per le attività di volontariato rivolte ai bambini delle elementari e ai ragazzini delle medie.

Daniele Lugotti, Sofia Lensi, Fabio Maggioni, Jose Alejandro Perego

Affinché non siano limitate ad una sorta di doposcuola o aiuto compiti, la Consulta ha manifestato di voler ascoltare le esigenze degli interessati. È stato suggerito di avviare un rapporto con il “Consiglio Sovracomunale delle Ragazze e dei Ragazzi” di recente costituzione [clicca QUI] e quindi in principio con i suoi referenti istituzionali, il consigliere Chiara Commito ed Edoardo Sala appunto. Da una preliminare discussione è emerso che la Consulta Giovani potrebbe occuparsi dell’orientamento alle scuole superiori, portando la testimonianza diretta e sincera dei propri membri, ma anche di una sorta di guida all’uso dei social network, in virtù di un rapporto di fiducia maggiore dettato dal divario d’età tutto sommato limitato.
Ancora ad una fase germinale invece si sono rivelate le proposte per le giornate tematiche. Secondo le intenzioni mostre fotografiche e scultoree, attività sportive e conferenze dovrebbero dislocarsi in diversi punti del paese. Grazie a contatti pregressi potrebbe intervenire Alessia Mosca, europarlamentare in quota PD, per illustrare i progetti di stage all’interno della Comunità europea. Altra opzione emersa quella di contattare l’associazione culturale “Fotogruppo Effeotto”, che ha sede a Cernusco, e il fotografo Giulio Spera. Per la parte sportiva la Consulta contatterà l’associazione “I bagai di binari” che in passato si è occupata di eventi simili.

Una notizia che interesserà molti giovani riguarda gli orari della biblioteca. Per andare incontro alle esigenze dei ragazzi, l’amministrazione si è resa disponibile a valutare insieme alla responsabile Antonella Villa la possibilità di aprire le porte agli studenti per studiare anche di domenica pomeriggio, verosimilmente dalle 14.30 alle 18.30. La Consulta si assumerebbe la responsabilità di gestire gli ingressi all’aula studio, mentre il prestito dei libri amministrato dal “Sistema Bibliotecario del Territorio Lecchese” rimarrà escluso. L’opzione dell’ampliamento dell’orario alla domenica pomeriggio rispetto all’allargamento dei turni infrasettimanali già considerata nella precedente assemblea è dettata dalla mancanza di un’opportunità simile a Merate e negli altri Comuni limitrofi. Per questo si andrebbe ad offrire un servizio molto richiesto. Le premesse sembrano essere positive. La Consulta vorrebbe poi che venisse installato uno sportello per depositare i libri in scadenza oltre gli orari di apertura della biblioteca.
La Consulta Giovani si è poi trasferita in aula consiliare su invito della Consulta Cultura-Sport-Tempo libero, riunitasi nello stesso momento. L’obiettivo di questa parziale seduta congiunta è stato quello di raccogliere le impressioni e le idee dei ragazzi sull’iniziativa di street food pensata dall’assemblea. In particolare si è cercato di capire cosa abbinare all’evento puramente gastronomico per suscitare un interesse ed una partecipazione maggiore, a partire dai giovani. Tante le possibilità scandagliate: dal concerto dal vivo di gruppi musicali del territorio (o di una sola band famosa) al dj set, dai graffiti alla break dance e alla giocoleria.
M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco