Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 235.588.156
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 09/08/2017

Merate: N.D. µg/mc
Lecco: v. Amendola: 8 µg/mc
Lecco: v. Sora: 11 µg/mc
Valmadrera: 9 µg/mc
Scritto Venerdì 06 gennaio 2017 alle 17:18

Qualità / prezzi X Alfio

Sig. Alfio,
Non tutti siamo alla ricerca del prodotto di marca ma che costi poco. Un discorso del genere lo si può fare con il fiorente mercato nero, del contraffatto. Scarpe, maglioni, camicie e giubbotti etc... Non è tutto oro quello che luccica, addosso alle persone. Poi c'è il cliente che pur di andare in giro con un abito firmato, va a comprare da mangiare al discount. Ma questo è un'altro discorso.

Personalmente non sono disposto a spendere 120 euro per una camicia griffata, ad esempio, che poi dopo 6 mesi è passata di moda. Vado nel negozio del centro commerciale dal nome poco conosciuto e spendo la metà se non di meno per un prodotto simile. E poco mi importa se non ho addosso un prodotto da svariate centinaia di euro, che di questi tempi è sinonimo di insulto alla povertà dilagante.

Condivido la sua osservazione sugli outlet pieni di gente benestante. Anche lì c'è da chiedersi come mai si preferiscono gli outlet alle boutique di paese. Probabilmente il commerciante di paese per stare in piedi al giorno d'oggi deve alzare il prezzo di vendita per lo stesso prodotto venduto al centro commerciale. E ci metto la mano sul fuoco che il signorotto più ricco preferisce spendere 20/30 euro in meno al centro commerciale per lo stesso capo d'abbigliamento.

Cordialmente
Un altro lettore non meglio identificato
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco