Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 221.429.186
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 11/03/2017

Merate: 24 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 16 µg/mc
Valmadrera: 12 µg/mc
Scritto Martedì 13 dicembre 2016 alle 16:14

Mandic: in pensione dopo 42 anni Adriana Panzeri dell'URP. Una vita intera in ospedale, iniziata con il cav. Luigi Rusca

La festeggiata


Correva l'anno 1974 ed era il 16 settembre quando, in qualità di segretaria del prof. Vincenzo Saputo della pediatria, Adriana Panzeri faceva il suo ingresso in quello che allora era l'ospedale di circolo di Merate. Da quel giorno sono passati 42 anni, sono cambiate tante cose, a partire dalla denominazione e altre ne cambieranno ancora, e oggi con un filo di commozione salutando colleghi ed ex dipendenti venuti appositamente per il suo "rinfresco" di pensionamento, non ha potuto non guardarsi alle spalle e ammettere che, tutto sommato, il tempo è volato e ora le si apre una parentesi di vita davanti dove potersi dedicare alla famiglia, a qualche nuovo passatempo e a riposarsi anche un po'.


Adriana Panzeri è colei che di certo ad oggi, e fino a venerdì giorno ultimo di lavoro, ha la maggiore (nel suo caso totale) anzianità di servizio al San Leopoldo Mandic. A lei si possono di certo chiedere, e la sua memoria non tradisce, tutti i passaggi che si sono succeduti nel tempo in attuazione delle diverse riforme. Dopo avere iniziato con Saputo, era passata a fare una sostituzione di maternità presso l'accettazione ricoveri con il suo primo responsabile Severo Colombo e il dr. Luigi Mantegazza come segretario generale del consiglio di amministrazione, approdando infine alla segreteria generale e lì restandovi per tutto il resto del suo percorso lavorativo.

Fino al 1975 infatti il CDA dell'ente ospedaliero zonale di circolo di Merate era presieduto dal dr. Luigi Rusca. In quell'anno il testimone era passato all'ing. Luigi Zappa già sindaco di Merate. Nel 1982 l'ente era diventato associazione dei comuni della Brianza centro orientale denominata USSL 14 di Merate con un comitato di gestione presieduto fino al 1985 dallo stesso Zappa e poi dal 1985 dal rag. Sandro Cesana con vice presidente Giacomo Molteni.


Nel 1991 era stato nominato prima amministratore straordinario il dr. Rodolfo Vannucci e poi nel 1994 commissario regionale sempre lo stesso Vannucci, anno in cui aveva iniziato a interagire come organo la conferenza dei sindaci (prima era il comitato dei garanti e prima ancora l'assemblea dei comuni).

Con il dr. Giacomo Molteni

Nel 1995 l'ente era diventato azienda socio sanitaria locale USL 8 con direttore generale Riccardo Piccolo e nel 1998 si era arrivati ad avere l'azienda ospedaliera di Lecco e il presidio ospedaliero San Leopoldo Mandic, con Roberto Rotasperti in qualità di DG. Gli sono succeduti Pietro Caltagirone, Ambrogio Bertoglio, Mauro Lovisari, la commissaria Giuseppina Panizzoli e l'attuale Stefano Manfredi. Tutti direttori che Adriana ha visto passare e bene si ricorda. Quest'oggi al primo piano della palazzina amministrativa, nel salone con l'elegante tavolo in legno massiccio e l'enorme dipinto dalle tinte scure alla parete, c'è stato l'abbondante rinfresco per la pensione di Adriana.

Con le colleghe d'ufficio

Un traguardo raggiunto e guardato con un pizzico di invidia da chi resta dietro la scrivania e al tempo stesso con tanta gratitudine per la passione e l'attenzione profuse in questi anni di lavoro, spalla a spalla.

CLICCA SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco