Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 242.020.287
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del01/10/2017

Merate: 37 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 34 µg/mc
Lecco: v. Sora: 34 µg/mc
Valmadrera: 28 µg/mc
Scritto Martedì 06 dicembre 2016 alle 11:18

I cittadini hanno detto No ad una riforma ritagliata su misura per la grande finanza e le banche

La Lega Nord di Merate ringrazia i cittadini per avere dato fiducia col proprio voto alle ragioni del No e i militanti per l'impegno e la determinazione profusi durante la lunga ed estenuante campagna referendaria.

Il risultato finale premia gli sforzi organizzativi e la cooperazione congiunta messa in campo, sin dal primo momento, assieme a tutti gli altri movimenti politici che si sono ritrovati spalla a spalla nella difesa dei cittadini e della nostra Costituzione. Cittadini che si sono recati in massa ai seggi e che con il loro No hanno dato un chiaro segnale a quanti volevano privarli di diritti e poteri decisionali. Il territorio del meratese spicca nella provincia lecchese: è sicuramente, politicamente parlando, tra i più difficili in quanto sono ancora oggi ben presenti e visibili le radici politiche riconducibili alla defunta DC e ai socialdemocratici, oggi confluiti nel partito guidato, non si sa ancora per quanto, dall'ormai ex premier Matteo Renzi. Un territorio connotato anche dalla forte presenza, felpata e dietro le quinte come le si addice, di Comunione e Liberazione, che continua ad influenzare scelte e politiche non solo locali, e che può contare su un nutrito numero di esponenti e sul sostegno diffuso. Grazie a questo grande risultato popolare che non ammette incertezze per la sua ampiezza, i cittadini hanno detto No ad una riforma ritagliata su misura per la grande finanza, le banche e soprattutto i banchieri. Dove perfino la Coldiretti e aziende private hanno sollecitato a votare Si i propri iscritti e dipendenti, che in totale disaccordo, li hanno letteralmente sommersi con una valanga di No! Sapere che sulla sanità i cittadini lombardi non corrono più il rischio di vedersi chiudere ospedali o ridurre il livello dei servizi è un grande risultato. Che quantomeno rende un po' meno amara la consapevolezza che ogni anno i cittadini lombardi devolvono alle scassate casse del governo centrale un fiume di denaro pari a cinquantaquattro (54) miliardi di euro di extra gettito. Non mancheranno nei prossimi mesi momenti di riflessione e di confronto sia interno, con gli alleati politici e con la cittadinanza per definire la migliore strategia possibile per conquistare nuovi consensi e fare crescere la Lega, anteponendo sempre alle logiche di parte la difesa e la tutela dei diritti e degli interessi di tutti i cittadini meratesi
Franco Lana - Segretario Sezione Merate
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco