Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 221.482.116
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 11/03/2017

Merate: 24 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 16 µg/mc
Valmadrera: 12 µg/mc
Scritto Venerdì 11 novembre 2016 alle 14:29

Merate: housing sociale in commissione e 20.600 euro di contributi alle associazioni

E' stata una commissione molto breve quella "servizi alla persona" che si è svolta giovedì nell'aula consigliare del comune di Merate. Dopo l'approvazione dei verbali della seduta precedente, il sindaco Andrea Massironi ha dato risposta all'interrogazione di Sei Merate sulla questione dell'housing sociale e delle emergenze abitative. Attualmente le situazioni critiche sono gestite con la rete distrettuale di intervento nei 32 spazi dislocati sul territorio che offrono ospitalità temporanea (Osnago, Airuno, Cassago, Robbiate, Brivio, Cernusco,...).

Da sinistra Isabella Cogliati, Fiorenza Albani, Federica Gargantini, Andrea Massironi, Valeria Marinarie e John Patrick Tomalino


I residenti di Merate per i quali si è attivato il sostegno hanno ricevuto rifugio a Villa Guarnazzola, a Brivio e alla locanda del Samaritano di Osnago. I due appartamenti di Novate non sono invece a disposizione di tali emergenze in quanto sono stati indicati a bilancio a copertura dei lavori in esecuzione sul retro del municipio. L'ipotesi di alienazione di Villa Guarnazzola non ha ancora nulla di concreto poichè le trattative, private, tra la Curia e l'ipotetico compratore non sono ancora arrivate a un "dunque" e comunque in caso di vendita dell'immobile i posti di emergenza attualmente ricavati nella palazzina saranno dislocati altrove, sempre nel distretto. Al di là della gestione delle strutture, il sindaco si è detto invece preoccupato per tutte le realtà di disagio sommerse che non vengono palesate per vergogna, per paura, per insicurezza e che non sono opportunamente affiancate da un supporto qualificato. L'interrogazione, come comunicato al termine della spiegazione dal consigliere Valeria Marinari, sarà comunque portata in aula vista l'attualità del problema.

CLICCA SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


E' stato poi l'assessore John Patrick Tomalino a presentare il riparto dei contributi ordinari alle associazioni socio-assistenziali. Si tratta di un totale di 20.600 euro (aumentato rispetto ai 17.500 dell'anno scorso) che saranno destinati per l'anno 2016 ai sodalizi che lavorano nel campo socio-assistenziale.
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco