Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 294.448.813
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/03/2019

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 9 µg/mc
Lecco: v. Sora: 7 µg/mc
Valmadrera: 6 µg/mc
Scritto Giovedì 16 giugno 2016 alle 16:57

''Verderio Cambia'': Italcementi, quali azioni a tutela della salute sono state intraprese?

INTERPELLANZA

Oggetto: SITUAZIONE PROTOCOLLO ITALCEMENTI, AZIONI A TUTELA DELLA SALUTE DEI CITTADINI E AZIONI PER OTTENERE ANALISI EPIDEMIOLOGICA CON METODO CROSIGNANI.


Al Signor Sindaco di Verderio, Alessandro Origo
Agli Assessori Comunali di Verderio
Ai Consiglieri Comunali di Verderio


Premesso che:

  • Durante il consiglio comunale del 9 febbraio 2016 è stata respinta in consiglio comunale, nonostante il voto favorevole anche del capogruppo di maggioranza Giuseppe Dozio, la mozione presentata dal gruppo "VERDERIO CAMBIA"avente ad oggetto: "RICHIESTA DI UN' INDAGINE EPIDEMIOLOGICA CON METODO CROSIGNANI";
  • Medesima mozione nei contenuti, è stata invece approvata all'unanimità, nei consigli comunali di Merate, Paderno d'Adda e da ultimo Calco;
  • L'unica precedente discussione sul tema Italcementi in consiglio comunale, è dovuta all'interrogazione sempre del gruppo "VERDERIO CAMBIA" del 21 gennaio 2015 e discussa nel consiglio comunale del 13 marzo 2015, nella quale il sindaco Origo annunciava che avrebbe coinvolto la popolazione con volantini ed incontri pubblici, qualora fosse fallito il piano istituzionale con l'azienda;
  • Con precisa volontà dichiarata dal sindaco Origo, Verderio è stato l'unico comune che si è rifiutato di mettere a disposizione dei cittadini, negli uffici comunali, la petizione che chiedeva una drastica riduzione delle emissioni inquinanti da parte di Italcementi;
  • Medesima petizione chiedeva un'analisi epidemiologica da svolgersi secondo il metodo georeferenziato "caso controllo", più semplicemente denominato metodo Crosignani;
  • La petizione in oggetto nonostante il boicottaggio e l'ostilità del sindaco Origo, raggiunse oltre 10'000 firme di cittadini fortemente preoccupati per il futuro e la propria salute;
Considerato che:

  • La bocciatura della mozione che chiedeva al consiglio comunale di Verderio di impegnare la Provincia di Bergamo ad anteporre il permesso di utilizzo di CSS ad un'attenta analisi epidemiologica da svolgersi secondo i criteri espressi, fu motivata dal sindaco Origo col fatto che tale mozione era in contraddizione col tentativo dell'amministrazione di addivenire ad un accordo con l'azienda, tramite un protocollo che andava a modificare quello precedente sottoscritto tra i comuni, che prevedeva la realizzazione dello scalo ferroviario;
  • Di tale presunto accordo, più volte reso noto dalla stampa locale, il consiglio comunale di Verderio, ad oggi, ne è ancora formalmente all'oscuro sia nei contenuti, sia nei termini;
  • Tale citato accordo pare sia miseramente naufragato;
CHIEDIAMO

  • Modi e termini in cui si è concluso il citato accordo sotto forma di protocollo;
  • Quali azioni sono state intraprese da codesta amministrazione per la tutela della salute dei cittadini dal 9 febbraio 2016, allorché fu bocciata in consiglio comunale la citata mozione;
  • Che cosa intende replicare codesta amministrazione alle accuse di alcuni Comitati dei cittadini che in un comunicato stampa citano testualmente : "Improvvisare baratti tribali (le compensazioni) per mettersi in pace con la propria coscienza mentre ingannano inconsapevoli cittadini";
  • Quali azioni saranno intraprese per informare finalmente il consiglio comunale e i cittadini di Verderio della problematica in oggetto;
  • Quali azioni saranno prese da codesta amministrazione in sede di Conferenza di Servizi in Provincia di Bergamo per tutelare la salute dei propri cittadini, tenuto conto che nelle scorse settimane il Dott. Paolo Crosignani ha comunicato la propria disponibilità per addivenire e concordare una seria analisi epidemiologica ed assistere in forma gratuita i comuni coinvolti in Conferenza dei Servizi presso la Provincia di Bergamo;
  • Se corrispondono al vero le dichiarazioni attribuite al sindaco Origo, in cui egli in palese contraddizione con tutti gli studi di evidenza medica, avrebbe dichiarato durante l'inaugurazione della casetta dell'acqua di Verderio (finanziata da Italcementi), che l'utilizzo dei CSS come combustibile alternativo è preferibile e più ecologico di quello attualmente utilizzato dall'azienda Italcementi nello stabilimento di Calusco d'Adda;
TUTTO CIO' PREMESSO

nell'interesse della salute dei cittadini di Verderio e più in generale dei cittadini residenti nelle aree limitrofe allo stabilimento Italcementi, assoggettate ai fumi di ricaduta dell'impianto.




Per il Gruppo "Verderio Cambia" Marco Benedetti - Emanuele Galizioli
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco