Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 294.448.348
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/03/2019

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 9 µg/mc
Lecco: v. Sora: 7 µg/mc
Valmadrera: 6 µg/mc
Scritto Venerdì 13 maggio 2016 alle 09:12

Montevecchia: in amministrazione per 6 mandati, Renato Rovelli si fa da parte

Renato Rovelli
Il suo debutto fu con Eugenio Mascheroni quando era ancora giovanissimo: solo 23 anni. Oggi all'alba dei 67 ha deciso di lasciare spazio ai giovani, dopo un'avventura durata quasi una vita che gli ha riempito giorni, sere, spesso anche notti concentrato sui bilanci e i conti comunali.

Renato Rovelli, assessore uscente del "Colle", non si ricandiderà più ma per dare una mano sarà sempre pronto.

La prima elezione, come dicevamo, avvenne nel 1974 con l'attuale presidente del Parco del Curone, allora al suo secondo mandato. Erano gli anni buoni, quelli in cui si potevano progettare e fare opere, dove i soldi nei comuni si potevano spendere per realizzare scuole, centri sportivi, monumenti celebrativi. Nel 1988 si stacca dalla vita amministrativa politica per svolgere il ruolo di revisore dei conti. La pausa dura tre mandati e poi nel 2001 decide di rimettersi in gioco in prima persona, mai però come candidato sindaco, ma come braccio destro del primo cittadino eletto, Carla Brivio. Iniziano però i momenti difficili con lo Stato centrale che taglia i trasferimenti, lega le mani agli amministratori trovando mille scuse per impedire loro di spendere i soldi dei cittadini che governano. Con Sandro Capra le difficoltà a governare sono all'apice, non solo naturalmente a Montevecchia ma in tutta Italia: sono i momenti attuali dei "no" da parte del Governo, dei tagli alla spesa pubblica e delle mannaie che calano sul contribuente, dello scarica barile di Roma sui piccoli comuni. Ora dopo un totale di sei legislature vissute in comune, Rovelli ha deciso di farsi da parte, lasciando spazio alle nuove leve ma non negando comunque la sua esperienza in caso di necessità.

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco