Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 299.307.504
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 09/05/2019

Merate: 12 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 9 µg/mc
Lecco: v. Sora: 5 µg/mc
Valmadrera: 6 µg/mc
Scritto Lunedì 02 maggio 2016 alle 20:07

Retesalute: l'assemblea distrettuale approva il consuntivo 2015 e il preventivo del 2016

Come tutti gli enti, anche Retesalute si è trovata a dover approvare i bilanci entro il 30 aprile 2016.
Il compito è spettato all'organo deputato, l'assemblea distrettuale che ha passato in rassegna, tramite la relazione accurata e scrupolosa di Flavio Donina, le varie voci del documento con costi, spese, canali di finanziamento.


Partendo ad analizzare il consuntivo 2015 si deducono ricavi con un delta, tra quanto stimato e quanto poi effettivamente incassato, pari a - 14.856 euro. Il fondo nazionale politiche sociali ha erogato 450.066 euro, 620.965 euro sono arrivati dal fondo sociale regionale e 331.959 dal fondo non autosufficienze. Dalle quote di solidarietà distrettuale (piani di zona) sono stati erogati 919.431 euro, 408.156 euro dalle rette per CDD e CSE. Complessivamente si parla di un consuntivo, alla voce ricavi, pari a 4.010.942 euro.

Speculari i costi (4.010.943 euro) dove, tra le varie voci, si registra un delta per il fondo non autosufficienze dell'area anziani di -38mila euro (tra preventivo e consuntivo). Per l'area disabili si registra un avanzo di 56mila euro. Alla voce di promozione di housing sociale troviamo un -34mila euro con un progetto partito a maggio 2014 con un budget di 56mila euro e che terminerà nel dicembre 2016. Per l'area minori e famiglia abbiamo un avanzo di -89mila euro, composto da diverse voci tra cui il buono sociale affido (-3.700 euro), piano territoriale giovani (rispetto ai 40mila euro preventivati ne sono stati effettivamente spesi 10mila, quindi si ha un accantonamento di 30mila euro), politiche di conciliazione (-48mila euro).

Sono stati aumentati i fondi per i Centri di riferimento per l'Assistenza Domiciliare (CeAD) dato il carico superiore di ore per l'assistente sociale.

John Patrick Tomalino, Adele Gatti, Flavio Donina e Stefano Faedda


L'accantonamento totale a disposizione per il 2016 è pari a 186.610 euro così ripartito: 3.702 (buono sociale affido), 30mila euro (piano territoriale giovani - progetto Piazza l'Idea), 34.725 euro (Promozione Housing sociale), 83.417 euro (DRG Non autosufficienza), 34.766 (attività politiche di conciliazione).

Per quanto riguarda il preventivo 2016, le variazioni approvate al 27 aprile parlano di un totale complessivo di ricavi per 4milioni circa, stesso valore per i costi. L'area anziani ha uno stanziamento di 274.912 euro (41mila euro per il servizio di assistenza domiciliare) mentre quella per gli adulti in difficoltà di 167.137 euro di cui 34mila per la promozione di housing sociale.

Alla voce disabili, troviamo un budget di 1.558.479 € mentre 1.412.431 € vanno per l'area minori e famiglia con 30mila euro stanziati per Piazza l'Idea e 47.427 euro per le politiche di conciliazione famiglia-lavoro.

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco