Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 302.012.345
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 10/06/2019

Merate: 27 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 21 µg/mc
Valmadrera: 21 µg/mc
Scritto Mercoledì 09 marzo 2016 alle 17:55

Accadeva 30 anni fa/38, 1 – 16 febbraio: lotta per la ''Bretella''. Banditi assaltano coiffeur, pizzerie e banche ma l’orrore è altro

La "bretella", ossia quell'arteria che da Usmate dovrebbe agganciare la superstrada a Nibionno, è al centro del confronto politico nell'intera Brianza del febbraio 1986. In realtà anche Regione e Provincia sono in "guerra" perché ciascun Ente ha il proprio progetto. Cominciamo col dire che trent'anni fa la tangenziale est si fermava a Vimercate incrociando l'asse autostradale Torino-Venezia (A4). Da Vimercate a Usmate c'è soltanto una trafficata strada provinciale che poi si innesta nella statale 36 dello Spluga. La circolazione è caotica, le code interminabili, qualcosa si deve fare. Da una parte avanza il progetto di prolungamento della Est fino a Usmate dove, secondo la Regione dovrebbe snodarsi addirittura una autostrada, che parte in superficie, parte in trincea e parte in galleria raggiunga Nibionno innestandosi così sulla più veloce superstrada che da Monza conduce a Lecco. La provincia di Milano però la pensa diversamente, ritenendo più conveniente ammodernare la provinciale 45 fino ad Arcore e da lì realizzare un tronco stradale di 6 chilometri fino a Lissone, agganciandosi poi alla "super". Il piano regionale ha un costo stimato di 200  miliardi di lire, quello provinciale appena di 60 miliardi. Tra i due Enti si inseriscono però anche i sindaci dei territori interessati. L'Usmatese, innanzitutto, poi il meratese e il casatese. Curioso lo schieramento pro e contro: sul fronte del "no" i sindaci di Usmate-Velate Daniela Mazzuconi e di Monticello Vittorio Cazzaniga, oltre al Comitato civico guidato da Davide Beretta. Sul fronte del "sì" i sindaci di Casatenovo Giovanni Maldini, di Missaglia Gabriele Castagna e di Merate Giacomo Romerio. In realtà tutti i sindaci del meratese sono ovviamente favorevoli: la "Bretella" dirotterebbe non meno di 25mila veicoli al giorno dalla "36" alla "Valassina" evitando il giro da Calco e poi lungo la "342" Briantea fino a Nibionno. Luigi Brambilla di Calco, Angelo Guzzon di Cernusco, Angelo Bonanomi di Osnago, Giuseppe Cameroni di Brivio, tutti auspicano che decolli il progetto della Regione. Come noto non decollerà. Ma di questo progetto se ne parlerà a lungo. L'ex cinema Capitol di via Lombardia ospita Giuseppe Guzzetti, presidente della Giunta regionale che spiega alla popolazione il progetto stradale, introdotto dall'assessore Giovanni Battista Albani, anche lui favorevole alla "bretella".

IL FRONTE DEL NO
Davide Beretta, Daniela Mazzuconi, Vittorio Cazzaniga

IL FRONTE DEL SI
Giovanni Maldini, Gabriele Castagna, Giacomo Romerio


Il mondo delle banche è in fermento. La "Popolare di Milano" sta scalando la Banca Agricola Milanese e sembra abbia già superato il 52% del capitale; a sua volta l'Istituto milanese controlla il 70% circa della gloriosa Banca Briantea di Merate diretta dal dottor Lucio Motta. Piero Schlesinger numero uno della "Popolare" ha in mente di fondere l'Agricola con la Briantea. La battaglia è contro Cofide (Gruppo De Benedetti) e il sindacato della "Bam". Negli anni a venire l'operazione di fusione andrà in porto con l'uscita  dal listino di borsa e la sostituzione delle insegne delle due banche con il solo logo "Banca Popolare di Milano".

Lucio Motta

A Lecco cade anche la Giunta Dc-Psi-Pli guidata da Paolo Mauri. E' la terza crisi in tre anni. Alla successione si prepara il ciellino Giulio Boscagli. Giancarlo Galli sostituisce alla Camera il collega Dc Paolo Moro. Giampiero Omati, segretario provinciale dello scudocrociato, in vista del congresso, chiede al partito una vera unità e apre il direttivo alla minoranza del partito.

Giulio Boscagli


Ma a scuotere la Brianza non è certo la guerra interna alla Dc. Ma un orrendo omicidio. A Trezzo D'Adda viene rinvenuto un tronco umano di una donna. Il taglio è netto, prodotto forse da una sega, forse da un' accetta molto affilata. Polizia, Carabinieri, Agenti di PL, Vigili del fuoco sono sguinzagliati lungo le due sponde del fiume Adda, alla ricerca di indizi. In campo ci sono anche Angelo Baiguini e Alessandro Albani, il primo è un cacciatore di notizie nato, il secondo lo storico fotografo del Giornale di Merate, prematuramente scomparso. I due "battono" le alzaie per raccogliere notizie tra gli operatori. Poi, complice anche un freddo terribile e la mancanza di novità decidono di tornare a Merate. Ma non prendono subito la strada che dalla centrale elettrica di Trezzo, dove era stato recuperato il tronco umano porta sulla provinciale e poi nel meratese. Decidono di risalire l'alzaia fino a Cornate. "Una molla scattata improvvisamente" spiegherà poi Baiguini. Giunti nelle vicinanze dell'ex ristorante Il Molinetto, dopo le cave di sabbia l'attenzione dei due cronisti a bordo della vecchia Regata che procede molto lentamente, viene attirata da un grosso involucro che galleggia quasi a riva. Scesi dalla macchina, in preda alla trepidazione il sospetto che si tratti delle gambe della poveretta si fa certezza. Albani resta sul posto, Baiguini torna a razzo alla centrale, allerta il direttore Paolo Cavattoni che a sua volta richiama i carabinieri. L'involucro viene ripescato dai Vigli del fuoco. Dentro gli arti inferiori della vittima.

A sinistra il compianto Sandro Albani, a destra Angelo Baiguini che ritrovarono gli arti inferiori della poveretta.
Al centro il collega Ernesto Galigani
 
Ma orrori a parte anche la malavita da strada impazza, ieri come oggi. Sabato 8 febbraio tre banditi armati fanno irruzione nel salone di coiffeur di Vicolo Carbonini. Uno dei tre punta la pistola alla tempia della commessa diciassettenne e ordina ai presenti di consegnare soldi e preziosi. Afferrati i soldi dell'incasso della giornata i tre fuggono. La notte di domenica 9 febbraio altra rapina a mano armata alla pizzeria di via Verdi. I banditi costringono i titolari e il personale ancora in servizio a consegnare l'incasso della serata. Quasi 2 milioni. Pima di fuggire esplodono un colpo di pistola in aria a scopo intimidatorio. Lunedì mattina 10 febbraio scatta l'allarme alla "Popolare di Lecco " di Casatenovo. Due uomini si erano introdotti attraverso sbarre strettissime negli uffici e avevano atteso gli impiegati. I quali, appena entrati nella filiale si sono trovati di fronte due uomini armati di mitra con i volti coperti da passamontagna.

A Saluzzo muore improvvisamente il vescovo monsignor Antonio Fustella nativo di Pagnano. Alle esequie parteciperanno Luigi Zappa, l'ex sindaco Giuseppe Ghezzi con il gonfalone e i parroci di Merate e Pagnano.

Mons. Antonio Fustella


L'inverno non molla la presa. Sabato 15 febbraio si svolge il tradizionale carnevale ma oltre ai coriandoli di carta cadono dal cielo coriandoli di neve che realizzano uno scenario quasi irreale, tra mascherine di Barbie e spruzzi di bombolette di crema da barba. Anche il calcio si ferma di nuovo dopo la parziale sosta della prima domenica di febbraio. I Campi sono ricoperti di neve e, sotto, ci sono pericolose lastre di ghiaccio. Insomma è ancora pieno inverno.



 

38/continua


Articoli correlati:
23.02.2016 - Accadeva 30 anni fa/37, 16 - 31 gennaio: arriva PE..RO..MA..la fusione tra Perego, Rovagnate e S. Maria non si fa. Per ora
09.02.2016 - Accadeva 30 anni fa/36, 1 - 15 gennaio: a Merate in Consiglio arriva la stenografa e i partiti siglano il ''Patto per il progresso''
05.01.2016 - Accadeva 30 anni fa/35, 16 - 31 dicembre: premiati 5 ''buoni''. Ok all’isola pedonale a Merate, Olgiate è guerra per il mercato
29.12.2015 - Accadeva 30 anni fa/34, 1-15 dicembre: la malavita scatenata. Banditi armati assaltano l’Esselunga di Cernusco e Villa Moratti
09.12.2015 - Accadeva 30 anni fa/33, 16-30 novembre: ''isola pedonale'' in centro Merate. Al via il progetto del Liceo in via dei Lodovichi
24.11.2015 - Accadeva 30 anni fa/32, 1 – 15 novembre: fazioni Dc in lotta Merate spende 700 milioni nei giochi, rapinatori instancabili
03.11.2015 - Accadeva 30 anni fa/31, 16-30 ottobre: rapine in villa e poste. A Merate alloggi per anziani, il Municipio in Villa Confalonieri
25.10.2015 - 30 anni fa/30: 15 ottobre, presentato il progetto della Radiologia. Allo studio la Riserva Lago di Sartirana. In piazza tornano i 'Piatej'
18.10.2015 - 30 anni fa/29, 30 settembre: dal Festivalbar a Merate, i Righeira. I primi 100 giorni di Romerio. Marinari e l’assistenza ai terminali
10.09.2015 - 30 anni fa/28, 10 settembre: Anna Oxa e Casadei alle ''Piramidi''. Grandi successi, zero polemiche e un’ottima lezione da imparare
11.08.2015 - 30 anni fa/27: quando a organizzare ''eventi'' erano Dc, Pci, Psi i protagonisti erano Oxa, Ruggeri, Bennato, Nomadi, Pooh, Berté
28.07.2015 - 30 anni fa/26: Merate ha il maggior inquinamento atmosferico dell’intera provincia di Como. All’Ussl 14 arriva Sandro Cesana
11.07.2015 - 30 anni fa/25: ZTL a Merate, domanda, e se tornassero le auto? A vent’anni dalla chiusura del centro cresce l’istanza di riaprire
01.07.2015 - 30 anni fa/24, 25 giugno: Mirjana Vasilj lomagnese d’adozione dice di aver visto la Madonna a Medjugorie. E’ l’inizio del mito
23.06.2015 - 30 anni fa/23, 18 giugno: Romerio è il ''settimo re'' di Merate. Se ne vanno a distanza di 48 ore due sorelle molto conosciute
16.06.2015 - 30 anni fa/22, 11 giugno: il meratese cancella la scala mobile. Salta l’ultimo diaframma, la galleria per il raddoppio è aperta
10.06.2015 - 30 anni fa/21, 4 giugno: Romerio nomina la giunta a Merate. Il drammatico racconto dei testimoni della tragedia ''Heysel''
04.06.2015 - 30 anni fa/20, 29 maggio: a Merate si scelgono gli assessori. Cernusco è un cantiere con ''Merate Green'' e via Donizetti
27.05.2015 - 30 anni fa/19, 22 maggio: vinte le elezioni la Dc vara un piano di investimenti per CC e VF. Albani, 'Il municipio in piazza Eroi'
17.05.2015 - 30 anni fa/18, 15 maggio: la Dc stravince in tutta la Brianza. Merate vota Romerio. Confermati quasi tutti i sindaci uscenti
14.05.2015 - 30 anni fa/17, 8 maggio: 2 miliardi da Rusca per la nuova piastra radiologica. Tutto è pronto alla vigilia delle elezioni
05.05.2015 - 30 anni fa/16, 29 aprile: prosegue con successo il festival del teatro di Pagnano. A Vimercate si inaugura lo svincolo
29.04.2015 - 30 anni fa/15, 22 aprile: 20 comuni al voto, 1.500 candidati. A fuoco il canneto di Brivio, 2300 trote morte nel ''Tolsera''
25.04.2015 - 30 anni fa/14, 15 aprile: ben 8 partiti presentano i candidati. A Osnago ''salta'' il depuratore. La 6° volta per Teatro e Fiera
19.04.2015 - 30 anni fa/13, 8 aprile: la Dc presenta la lista dei candidati e punta alla maggioranza assoluta. Si inaugurano le case Coop.
14.04.2015 - 30 anni fa/12 - 2 aprile: a Merate la DC candida Romerio. La malavita alza il tiro: rapina a mano armata in una villa
01.04.2015 - Accadeva 30 anni fa/11, 29 marzo: la ''Camuzzi'' chiude la cassa. E Giuseppe Ghezzi terminava il suo decennio di primo cittadino
24.03.2015 - 30 anni fa/10, 21 marzo: il giovane ministro Goria a Lecco. L’usl progetta la Radiologia e la Psichiatria. Spesa 5 miliardi
16.03.2015 - 30 anni fa/9, 14 marzo: esplode il televisore, donna morta. 26enne perde la vita in auto. E dalla torre cadono mattoni
09.03.2015 - 30 anni fa/8, 9 marzo: malavita scatenata, rapinati orefice e banca. Un’orribile morte. Sindaco, si fa il nome Romerio
03.03.2015 - 30 anni fa/7, 2 marzo: via al condono edilizio, scontro per i rifiuti nel Parco, Marta Casiraghi top manager del petrolio
24.02.2015 - 30 anni fa/6, 21 febbraio: i carri di carnevale invadono i paesi Un primato per l’ospedale mentre le trivelle bucano la collina
17.02.2015 - 30 anni fa/5, 14 febbraio: si incendia lo scontro sulla ''L. 194''. Intanto via agli espropri delle aree per il raddoppio ferroviario
08.02.2015 - 30 anni fa/4, 5 febbraio: Merate inizia la campagna elettorale. Assaltati 4 negozi di casalinghi, 1000 in piazza contro l’aborto
26.01.2015 - 30 anni fa/3, 25 gennaio: bilancio pesante per il grande gelo La bufera non ferma la ''mala'', rapinata gioielleria a Paderno
15.01.2015 - 30 anni fa/2, 20 gennaio: neve fino a 80 cm. e freddo a – 10°. Il maltempo record paralizza la Brianza. Il lago diventa riserva
06.01.2015 - 30 anni fa/1, 8 gennaio: 'vicenda' Gritti, Sandro ''gatin'', toro in fuga e primi nati, furto in canonica e una nevicata da record
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco