Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 302.897.776
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 19/06/2019

Merate: 29 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 21 µg/mc
Lecco: v. Sora: 21 µg/mc
Valmadrera: 20 µg/mc
Scritto Giovedì 04 giugno 2015 alle 15:54

30 anni fa/20, 29 maggio: a Merate si scelgono gli assessori. Cernusco è un cantiere con ''Merate Green'' e via Donizetti

La settimana a cavallo tra la fine di maggio e l'inizio di giugno del 1985 è ancora caratterizzata dall'esito elettorale. A Merate in particolare, assodato che il sindaco è Giacomo Romerio, si discute sul metodo da usare per la scelta degli assessori. Secondo Mario Gallina, segretario cittadino della Dc, chi già riveste cariche in enti pubblici non può ambire a un posto in Giunta. Messa così restano fuori dalla saletta antistante lo studio del sindaco a Villa Confalonieri, la famosa sala della vetrata, Antonio Cova, presidente del consorzio acquedotto e Laura Crippa omologa del consorzio asili nido. Ma si tratta del quarto e sesto eletto in ordine di preferenze; vuol dire che i cittadini li hanno premiati anche per il loro lavoro al vertice dei due servizi pubblici. Peraltro Gallina aveva già introdotto la regola del "tre mandati poi basta" che però era rimasta sostanzialmente inattuata. Alla presenza di tutti gli eletti e dei segretari delle sezioni di Merate, Paolo Panzeri e di Pagnano, Alfonso Mandelli, Gallina tenta di trovare una via d'uscita. Ma la fumata che esce dal comignolo dello stabile di vicolo Carloni, sede del partito scudocrociato è ancora nera. Se ne riparlerà la prossima settimana.

Laura Crippa e Antonio Cova

La cronaca fa registrare l'arresto di tre individui di Molteno accusati a vario titolo di rapine ai danni di coppiette appartate. Da mesi cresceva l'ondata di preoccupazione per questi assalti improvvisi: portiere spalancate a forza, ragazzi trascinati fuori dall'auto, picchiati, derubati e poi abbandonati a terra. Le indagini coordinate dal sostituto Pierluigi Bocciolini sono condotte dai carabinieri di Oggiono e dagli uomini del nucleo operativo che, in borghese, effettuano continui appostamenti e pedinamenti di persone sospette. La banda colpisce soprattutto tra Bulciago, Barzago e Garbagnate. Individuati i presunti responsabili i militari effettuano un intervento coordinato e ammanettano tre persone. Dalle indagini emergono possibili legami con un'organizzazione più ramificata che opera nel settore dello spaccio di droga.

Curioso la vicenda che ha visto coinvolti due ragazzi, autori del furto di una motocicletta Aprilia 125. I due in sella alla moto rubata percorrono la ex statale 36 viaggiando sistematicamente sulla linea di sorpasso. All'altezza di un ristorante nei pressi di Airuno il conducente della moto non si avvede che un'auto è ferma con la freccia per svoltare a sinistra e accedere al posteggio del locale. Lo scontro è inevitabile. I due finiscono in una siepe. Malconci si rialzano e chiedono a un automobilista un passaggio. E si dileguano. Si capirà successivamente la ragione della fuga: la moto era rubata. Di domenica col traffico che c'è rubare una moto non è una buona mossa.

A Cernusco si infiamma il confronto tra maggioranza e opposizione sull'insediamento "Merate green", 35 villette da realizzare sull'unico vasto terreno ancora inedificato che divide fisicamente Merate da Cernusco. La questione verte principalmente sulle strade di collegamento con via Verdi e l'ex statale 36. I lottizzanti investono 680 milioni per sistemare il sentiero che costeggia casa Clapis e agganciarsi alla "36", oltre alle vie interne per raggiungere viale Verdi. Il momento storico vede ancora una grande vivacità edilizia: in via Donizetti partono i lavori per 75 nuovi alloggi in edilizia convenzionata.

Prosegue intanto lo scavo della montagna ad Airuno per il raddoppio ferroviario. Le imprese Cariboni da un lato e Cleifer dall'altro sono divise da un diaframma di pochi metri. Per completare lo scavo però è necessario demolire una villetta. Che infatti sarà smontata pezzo per pezzo dopo che i proprietari se ne sono andati ad abitare a Airuno.

Paderno d'Adda ha il suo sindaco: è Gianfranco Penna, un medico di 29 anni con un passato nel contingente di pace in Libano. Penna prende il posto di Alfredò Viganò, per dieci anni sindaco del paese alla guida di una coalizione Psi-Pci.

 

Vittorio Cazzaniga e Gianfranco Penna

Anche Monticello ha il suo sindaco: niente di nuovo però, si tratta ancora del professor Vittorio Cazzaniga, primo cittadino del paese da una ventina d'anni.

A Casatenovo per la posta della prima pietra della chiesa della "Madonna nera" arriva niente meno che il segretario particolare del cardinale polacco Glemp, il vescovo Dabrowski

20/continua

Articoli correlati:
27.05.2015 - 30 anni fa/19, 22 maggio: vinte le elezioni la Dc vara un piano di investimenti per CC e VF. Albani, 'Il municipio in piazza Eroi'
17.05.2015 - 30 anni fa/18, 15 maggio: la Dc stravince in tutta la Brianza. Merate vota Romerio. Confermati quasi tutti i sindaci uscenti
14.05.2015 - 30 anni fa/17, 8 maggio: 2 miliardi da Rusca per la nuova piastra radiologica. Tutto è pronto alla vigilia delle elezioni
05.05.2015 - 30 anni fa/16, 29 aprile: prosegue con successo il festival del teatro di Pagnano. A Vimercate si inaugura lo svincolo
29.04.2015 - 30 anni fa/15, 22 aprile: 20 comuni al voto, 1.500 candidati. A fuoco il canneto di Brivio, 2300 trote morte nel ''Tolsera''
25.04.2015 - 30 anni fa/14, 15 aprile: ben 8 partiti presentano i candidati. A Osnago ''salta'' il depuratore. La 6° volta per Teatro e Fiera
19.04.2015 - 30 anni fa/13, 8 aprile: la Dc presenta la lista dei candidati e punta alla maggioranza assoluta. Si inaugurano le case Coop.
14.04.2015 - 30 anni fa/12 - 2 aprile: a Merate la DC candida Romerio. La malavita alza il tiro: rapina a mano armata in una villa
01.04.2015 - Accadeva 30 anni fa/11, 29 marzo: la ''Camuzzi'' chiude la cassa. E Giuseppe Ghezzi terminava il suo decennio di primo cittadino
24.03.2015 - 30 anni fa/10, 21 marzo: il giovane ministro Goria a Lecco. L’usl progetta la Radiologia e la Psichiatria. Spesa 5 miliardi
16.03.2015 - 30 anni fa/9, 14 marzo: esplode il televisore, donna morta. 26enne perde la vita in auto. E dalla torre cadono mattoni
09.03.2015 - 30 anni fa/8, 9 marzo: malavita scatenata, rapinati orefice e banca. Un’orribile morte. Sindaco, si fa il nome Romerio
03.03.2015 - 30 anni fa/7, 2 marzo: via al condono edilizio, scontro per i rifiuti nel Parco, Marta Casiraghi top manager del petrolio
24.02.2015 - 30 anni fa/6, 21 febbraio: i carri di carnevale invadono i paesi Un primato per l’ospedale mentre le trivelle bucano la collina
17.02.2015 - 30 anni fa/5, 14 febbraio: si incendia lo scontro sulla ''L. 194''. Intanto via agli espropri delle aree per il raddoppio ferroviario
08.02.2015 - 30 anni fa/4, 5 febbraio: Merate inizia la campagna elettorale. Assaltati 4 negozi di casalinghi, 1000 in piazza contro l’aborto
26.01.2015 - 30 anni fa/3, 25 gennaio: bilancio pesante per il grande gelo La bufera non ferma la ''mala'', rapinata gioielleria a Paderno
15.01.2015 - 30 anni fa/2, 20 gennaio: neve fino a 80 cm. e freddo a – 10°. Il maltempo record paralizza la Brianza. Il lago diventa riserva
06.01.2015 - 30 anni fa/1, 8 gennaio: 'vicenda' Gritti, Sandro ''gatin'', toro in fuga e primi nati, furto in canonica e una nevicata da record
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco