Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 302.012.943
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 10/06/2019

Merate: 27 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 21 µg/mc
Valmadrera: 21 µg/mc
Scritto Martedì 14 aprile 2015 alle 09:24

30 anni fa/12 - 2 aprile: a Merate la DC candida Romerio. La malavita alza il tiro: rapina a mano armata in una villa

La prima settimana di aprile del 1985 si apre con una tragedia: un bimbo di cinque anni muore scivolando in una buca a Cremella. Ammutolito un paese intero stretto attorno ai genitori straziati. L'immagine che resterà impressa nella memoria collettiva è quella di un carabiniere col corpicino avvolto in una coperta tra le braccia e le guance rigate dalle lacrime.

A Merate la Democrazia cristiana annuncia ufficialmente che il candidato a succedere a Giuseppe Ghezzi alla carica di sindaco della città è Giacomo Romerio. Ghezzi in un'intervista annuncia il ritiro dalla vita politica dopo 25 anni di impegno nella Dc e nell'amministrazione cittadina.

Il sindaco Ghezzi con i bambini delle scuole

Parla a ruota libera del lavoro di primo cittadino, del rapporto con gli amici di giovinezza e quelli di partito, della possibilità per un sindaco di arricchirsi ma solo vendendo l'anima al dio denaro e conclude auspicando che Merate si ricordi di lui per aver lavorato, per aver fatto il possibile in favore della "sua" città. Un ricordo indelebile - per chi scrive - l'ultima stretta di mano sulla porta dell'ufficio della vetrata a villa Confalonieri.  "Non abbia paura di esporsi, racconti i fatti ma poi dica anche la sua opinione. E' giusto che il lettore sappia qual è la sua posizione, risulterà comunque più credibile". Ne abbiamo fatto tesoro, qui a merateonline, di quel viatico.

Giuseppe Ghezzi e Giacomo Romerio

La malavita, intanto, alza il tiro. Un commando attende la mercedes di una signora in vista di Cicognola. Quando l'auto si ferma davanti alla grande cancellata i banditi spalancano la portiera e tirano fuori a forza la donna al volante. La trascinano in casa dove bloccano anche il figlio 27enne e la domestica. Sotto la minaccia delle armi si fanno aprire la cassaforte e si impossessano di tutto quanto trovano in giro di valore. Poi immobilizzano i tre con del nastro adesivo e fuggono con la mercedes. Liberatosi il giovane avverte i carabinieri. Ma le battute delle forze dell'ordine resteranno senza esito.

Merate dà l'ultimo saluto a Umberto "Berto" Rigoni, commerciante molto conosciuto. Aveva 72 anni. Nel frattempo si guarda con apprensione alla torre dalla cui sommità qualche settimana prima era caduto terriccio e alcune tegole. Si costituisce addirittura un Comitato allo scopo di ristrutturare l'imponente struttura simbolo della città. A Pagnano la compagnia teatrale "I giovani O.P." che da anni ha rilanciato il gusto per il teatro organizza la sesta edizione del festival. Un appuntamento ormai tradizionale che raccoglie sempre grandi successi.

Settimana intensa per la Guardia di Finanza della brigata di Cernusco Lombardone. I militari recuperano un piccolo arsenale d'armi nascosto in un bidone occultato sotto una delle arcate del ponte San Michele di Paderno D'Adda. Dentro le Fiamme Gialle trovano due bombe a mano, razzi speciali per segnalazioni e una pistola a tamburo con munizionamento, funzionante. A Verderio Inferiore i militari chiudono un macello abusivo e sequestrano ben 800 chilogrammi di carne e salumi già pronti per la vendita senza naturalmente né fascette né timbri con indicati il produttore e la data di produzione. A Cassago, infine, le Fiamme Gialle intercettano un autobotte con 1980 litri di olio minerale trasportano senza documenti idonei. La GdF denuncia autista e proprietario del mezzo per contrabbando e sequestra autobotte e contenuto.

Giovanni Maldini

A Casatenovo dopo una maratona lunghissima e sul filo di lana della scadenza amministrativa la maggioranza Dc guidata da Giovanni Maldini adotta il piano regolatore. Si prevedono circa 3mila abitanti teorici in più, da 10.500 a 13.600 con espansione dell'area produttiva Vismara - che in realtà, nei decenni successivi abbandonerà la vecchia sede - interventi di edilizia convenzionata e Piani di lottizzazione oltre a diverse previsioni stradali a Galgiana e nella Valle della Nava con la contestata "bretella".

Ildefonso Ghezzi

Che giustificherà in sede di votazione - non solo questa, naturalmente -  il voto di astensione del Psi con Ildefonso Ghezzi e contrario del Pci con Enrico Fumagalli.

Giuseppe Aldeghi
 
L'ultima curiosità della settimana arriva da Barzanò: oltre 80 ambulanti contestano al Comune la tassa sull'occupazione del suolo pubblico che vorrebbero fosse quella "temporanea" da 99 lire il mq. per ciascun giorno, anziché quella "permanente" da 8.580 lire per mq. annua. La differenza non è da poco: 257mila lire per quest'ultima contro 154mila lire per la temporanea. Il Comune applica la prima, naturalmente, gli ambulanti vorrebbero pagare la seconda. Ma il ricorso degli ambulanti viene respinto dall'Intendenza di finanza di Como. Il sindaco Giuseppe Aldeghi, pur dichiarandosi soddisfatto, mantiene un basso profilo mentre gli ambulanti annunciano nuove iniziative legali.

Continua/12
Articoli correlati:
01.04.2015 - Accadeva 30 anni fa/11, 29 marzo: la ''Camuzzi'' chiude la cassa. E Giuseppe Ghezzi terminava il suo decennio di primo cittadino
24.03.2015 - 30 anni fa/10, 21 marzo: il giovane ministro Goria a Lecco. L’usl progetta la Radiologia e la Psichiatria. Spesa 5 miliardi
16.03.2015 - 30 anni fa/9, 14 marzo: esplode il televisore, donna morta. 26enne perde la vita in auto. E dalla torre cadono mattoni
09.03.2015 - 30 anni fa/8, 9 marzo: malavita scatenata, rapinati orefice e banca. Un’orribile morte. Sindaco, si fa il nome Romerio
03.03.2015 - 30 anni fa/7, 2 marzo: via al condono edilizio, scontro per i rifiuti nel Parco, Marta Casiraghi top manager del petrolio
24.02.2015 - 30 anni fa/6, 21 febbraio: i carri di carnevale invadono i paesi Un primato per l’ospedale mentre le trivelle bucano la collina
17.02.2015 - 30 anni fa/5, 14 febbraio: si incendia lo scontro sulla ''L. 194''. Intanto via agli espropri delle aree per il raddoppio ferroviario
08.02.2015 - 30 anni fa/4, 5 febbraio: Merate inizia la campagna elettorale. Assaltati 4 negozi di casalinghi, 1000 in piazza contro l’aborto
26.01.2015 - 30 anni fa/3, 25 gennaio: bilancio pesante per il grande gelo La bufera non ferma la ''mala'', rapinata gioielleria a Paderno
15.01.2015 - 30 anni fa/2, 20 gennaio: neve fino a 80 cm. e freddo a – 10°. Il maltempo record paralizza la Brianza. Il lago diventa riserva
06.01.2015 - 30 anni fa/1, 8 gennaio: 'vicenda' Gritti, Sandro ''gatin'', toro in fuga e primi nati, furto in canonica e una nevicata da record
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco