Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 293.827.662
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/03/2019

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 9 µg/mc
Lecco: v. Sora: 7 µg/mc
Valmadrera: 6 µg/mc
Scritto Domenica 22 dicembre 2013 alle 17:00

Brivio, Calco, Verderio, Imbersago: cena di Natale per i volontari della Protezione civile

Per una sera, la “divisa d’ordinanza” è rimasta appesa nell’armadio. I volontari del gruppo intercomunale di Protezione Civile di Brivio, Calco, Verderio Superiore e Imbersago sabato 21 dicembre sono stati infatti “chiamati a raccolta” per l’abituale cena di fine anno nell’immediatezza delle festività natalizie.

Tutti insieme, quindi, in compagnia anche dei “vertici” delle amministrazioni comunali che hanno recentemente “ratificato” la gestione associata di quella che è divenuta una vera e propria funzione di Protezione Civile, hanno trascorso qualche ora “in santa pace”, lontani da emergenze “da tamponare” o eventi pubblici “su cui vigilare”.

Nelle lunghe tavolate imbandite presso la sede del Gruppo escursionisti briviesi, il cui salone polifunzionale è ormai divenuto il “salone delle feste” organizzate in paese, hanno poi preso posto anche diverse signore che, pazientemente “sopportano” e “sostengono” le uscite, a qualsiasi ora del giorno o della notte, pianificate ma anche improvvise, dei propri mariti che, con passione e senso civico, mettono a disposizione della collettività il proprio tempo e le proprie energie.

Non stupisce dunque che, anche in questa occasione, qualcuno di loro, al posto di “farsi servire” si sia messo ancora una volta… al servizio. La cena è stata infatti organizzata “in famiglia” con cuochi e camerieri appartenenti al gruppo stesso. L’apprezzamento di tutti i commensali è stata la loro “ricompensa”  più gradita.

A.M.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco