Scritto Marted́ 12 marzo 2019 alle 07:55

La memoria

La memoria di una persona è nelle opere, non certo nelle dediche postume e nelle targhe commemorative, scritte tra l'altro a pochi giorni dal suo decesso. Per questo ritengo banale e provinciale l'idea di dedicare in fretta e furia l'auditorium a Giusy Spezzaferri, con cui abbiamo tutti un debito di riconoscenza per l'intensa e profonda attività amministrativa esercitata a Merate in ambito culturale. La memoria non è un bidone da riempire al più presto e nemmeno una bella spugna che assorbe il presente. La memoria va coltivata, deve nutrirsi di contraddizioni e letture storiche, può anche evaporare. Bisogna però correre il rischio di perderla per tenerla viva. Ringrazio per la cortese ospitalità
Marco
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco