Scritto Marted́ 05 dicembre 2017 alle 14:44

Robbiate: 20mila mq di serre abusive. 2 fratelli a processo, situazione sanata

20mila metri quadrati di serre senza titolo autorizzativo e in violazione al vincolo paesaggistico erano stati attenzionati dall'ufficio tecnico del comune di Robbiate che, fatti gli opportuni accertamenti, aveva provveduto a depositare un esposto in procura con il dettaglio delle violazioni riscontrate.
I denunciati, due fratelli titolari di un'azienda agricola che coltiva ortaggi sotto queste coperture formate da tubolari in acciaio ricoperti di cellophane, si erano così affidati all'avvocato Renato Cogliati, opponendo le loro ragioni alla decisione del comune e, probabilmente, non ritenendo che anche quel tipo di struttura necessitasse delle dovute autorizzazioni.
Il legale ha così mosso i suoi passi a tutela dei clienti, richiedendo in regione il certificato di compatibilità paesistica e il permesso di costruire in sanatoria e presentando contestualmente opposizione al decreto penale di condanna che intimava ai due fratelli il versamento di 15mila euro per ciascuno dei due capi di imputazione contestati.
Il giudice Salvatore Catalano, preso atto dell'ottenuta certificazione regionale e del permesso di costruire in sanatoria, in sede dibattimentale ha revocato il decreto relativo al pagamento e ha sentenziato il non luogo a procedere per i due agricoltori.
S.V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco